Tre Allegri Ragazzi Morti

Biografia

La vita lontana da ogni cliché.
Tre Allegri Ragazzi Morti si sono formati nel 1994 a Pordenone, in Friuli. Il trio, composto da Davide Toffolo, Enrico Molteni e Luca Masseroni, ha all’attivo numerose incisioni. I tre hanno deciso di non donare la propria immagine ai media e di riconoscersi nella matita di Davide Toffolo, popolare disegnatore di fumetti. Davanti all’obiettivo fotografico il gruppo si nasconde dietro a maschere a forma di teschio, divenute il simbolo dell’immaginario evocato dai testi e soprattutto dagli intensi concerti. Dal 2000 il gruppo è indipendente e a capo dell’etichetta discografica “La Tempesta”.

Il 16 maggio è uscito, Persi nel telefono, il secondo singolo estratto da Inumani, il nuovo disco di Tre allegri ragazzi morti pubblicato l’11 marzo 2016 da La Tempesta Dischi.

– La canzone / Dopo la fortunata prima cumbia, In questa grande città, Tre allegri ragazzi morti tornano con un brano rock, dal testo motivazionale e ironico, un inno alla società che è anche un ritratto dei nostri tempi intitolato Persi nel telefono. “Prima erano in cinque a scrivere canzoni che cantavano tutti, adesso tutti quanti scrivono canzoni che qualcuno canterà”. Persi nel telefono ha citazioni “vascorossiane”, un ritornello indimenticabile e un ospite d’eccezione nel finale della canzone. “Siamo tutti uguali, tutti un po’ diversi, tutti in fondo persi dentro al telefono”.

– Il video / Persi nel telefono è accompagnata da un video speciale. Primo videoclip italiano girato con la tecnica a 360°, ambientato in un bosco incantato, racconta di una collettività di inumani, esseri fantastici e umanissimi allo stesso tempo, e mostra una versione del gruppo mascherato inedita e psichedelica, con un finale ironico per ridere della nostra quotidiana ossessione per il telefono. Meta-video, come lo definisce Davide Toffolo, perché realizzato con una tecnica specifica per smart phone quando la canzone racconta proprio l’ossessione per il telefonino. La regia è di Stefano Poletti, già dietro la camera del primo video di Inumani In questa grande città.

– Il tour estivo / Persi nel telefono accompagna l’annuncio del tour estivo che vede una bella novità: la presenza come quinta allegra ragazza morta di Monique “Honeybird” Mizrahi alle chitarre, charango e ukulele. L’incontro con Monique è avvenuto a New York nell’ottobre del 2015 e sue sono le registrazioni di charango in alcune canzoni di Inumani (E invece niente e Ad un passo dalla luna). Una festa mobile, come definisce Enrico Molteni il concerto di quest’estate, dove alle nuove canzoni che hanno già la forza dei classici, si sommeranno le più amate canzoni che il gruppo ha scritto in questi vent’anni, da Occhi bassi a Ogni adolescenza, da Il mondo prima fino al reggae di Puoi dirlo a tutti. L’esorcismo dei Tre allegri ragazzi morti contro le difficoltà della vita si riaccende in questa estate italiana.

Featured Tracks:

Alcune tracce presenti su Youtube…